Corte Ue, ok a taglio in Italia incentivi per fotovoltaico

Contenuto pubblico

Corte Ue, ok a taglio in Italia incentivi per fotovoltaico

15.04.2021 Ansa BRUXELLES – La normativa italiana che nel 2014 ha ridotto gli incentivi al fotovoltaico non viola il diritto Ue. Lo ha stabilito la Corte di giustizia Ue in merito alla questione posta dal Tar del Lazio sulla legittimità della norma, contestata dalle imprese elettrotecniche ed elettroniche, alcune rappresentate dalla Federazione nazionale di categoria, l’Anie. In base alla direttiva sulle rinnovabili “gli Stati membri hanno la facoltà, ma non l’obbligo, di adottare degli incentivi per il fotovoltaico”, spiega la Corte Ue in una nota, e “purché siano rispettati i principii generali del diritto dell’Unione la direttiva non si oppone alla modifica in senso peggiorativo di un regime di incentivi precedentemente introdotto”.

La Corte ricorda poi che “nelle convenzioni stipulate con i gestori di impianti fotovoltaici”, il Gestore dei servizi energetici “si era riservato espressamente la facoltà di modificare unilateralmente il contenuto di dette convenzioni”.